Registrati in questo forum e parla della tua squadra preferita

by Giosuè
Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Parole chiave

Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Presentazione
Sab 30 Lug 2011, 11:16 Da the.leo

» We raga ;)
Sab 30 Lug 2011, 11:13 Da the.leo

» ciao a tutti
Ven 15 Lug 2011, 10:51 Da Giosuè

» come mai siamo sempre gli stessi?
Ven 01 Lug 2011, 18:14 Da rafaman

» Salve a tutti
Mar 28 Giu 2011, 08:33 Da Cheez

» Pro Evolution 2011 psp
Dom 05 Giu 2011, 12:21 Da AF

» fantacalcio
Sab 04 Giu 2011, 15:47 Da salvo9425

» dobbiamo fare conoscere il forum
Sab 04 Giu 2011, 15:42 Da salvo9425

» Di Marzio: "Udinese, ecco il nuovo Sanchez"
Sab 04 Giu 2011, 15:38 Da salvo9425

Partner
creare un forum

Juve, Aguero e il colpo d'ala: ultima parola a Conte

Andare in basso

Juve, Aguero e il colpo d'ala: ultima parola a Conte

Messaggio Da salvo9425 il Dom 29 Mag 2011, 17:37



TORINO, 29 maggio - Eh, la musichetta... The Champions. Prima della finale, poi, fa tutto un altro effetto. Inutile dire dopo. Ma tant’è, la Juventus deve accontentarsi di sorbirla da ascoltatore non direttamente coinvolto ancora per un anno. Ma non per più di un anno. Il diktat patronal-presidenziale è proprio questo: basta intoppi, urge tornare subito competitivi e urge tornare subito nell’Europa che conta. E pure gli sforzi - economici e programmatici, vien da sé sono tesi all’obiettivo: allestire una squadra competitiva, aggiungere al gruppo che già c’è top player ed elementi in grado di far compiere il definitivo salto di qualità nonché rattoppare le falle marcatamente emerse durante il campionato appena terminato. I dirigenti bianconeri hanno dato il là ai lavori in maniera tempestiva, provando (e riuscendo) a cogliere le occasioni che ritenevano allettanti e imperdibili: vedi il tesseramento di Andrea Pirlo e Reto Ziegler, nonché quello di Michele Pazienza (che sarà perfezionato non appena lo consentiranno i tempi burocratici). Il periodo dei saldi di fine stagione, però, è da ritenersi concluso: ora si passa ai pezzi da 90. Meglio, dai pezzi da 35-40: come i milioni da spendere per il rispettivo cartellino.

NUOVO CONTATTO - Per il cartellino di Sergio Agüero, ad esempio. In vetta alla lista delle preferenze bianconere, nonché già oggetto di trattativa sia con i manager del giocatore, sia con l’Atletico Madrid. Come gli stessi vertici del club spagnolo si sono premurati di sottolineare, anche allo scopo di smontare sul nascere le speranze dei “cuginirivali”: «Agüero non andrà sicuramente al Real - ha dichiarato Miguel Angel Gil Marin, amministratore delegato del club - L’unica offerta che abbiamo ricevuto è quella della Juventus, giunta via fax». E poi ancora un concetto legato al fatto che «non cederemo il giocatore ad una cifra inferiore rispetto alla clausola rescissoria di 45 milioni di euro ». Concetto, però, a onor del vero, che poco si sposa con le frasi pronunciate urbi et orbi dal Kun: «Lo devono capire che io qui non ci resto!». Avanti così, allora, con la Juventus che alza il pressing e si prepara ad una settimana molto intensa, fatta anche d’un contatto telefonico - già in agenda - con Gil, a metà settimana, subito dopo il punto tecnico in programma tra Andrea Agnelli, Giuseppe Marotta, Fabio Paratici, Pavel Nedved ed Antonio Conte. Non solo Juve e Real, dalla Germania rimbalza pure l’interessamento del Bayern Monaco per Agüero.

SI SCEGLIE - Il punto tecnico juventino tornerà utile proprio per definire strategie e preferenze. Del resto Agüero piace, e parecchio, ma non è l’unico in nomination: in sua compagnia ci sono anche Carlos Tevez (ma il City non molla, per ora, almeno finché non avrà preso l’altro grande bomber che cerca) e Alexis Sanchez (e qui a non mollare, più che l’Udinese proprietaria del cartellino, sono anche lo stesso City e l’Inter, concorrenti insidiosissime...). Infine, autentiche alternative a Agüero nel caso in cui questi si accasasse al Real Madrid, occhio a Karim Benzema e Gonzalo Higuain (che a quel punto avrebbero meno spazi in blanco). Ma, al di là del nome del bomber, il summit d’inizio settimana servirà anche per definire il modo di destinare il budget. Oltre ad un nuovo attaccante, occorre infatti un esterno sinistro (almeno uno...) da sistemare nel 4-2-4 a trazione anteriore. In questo caso i sogni di Conte rispondono al nome di Franck Ribéry, del Bayern Monaco, e Nani, del Manchester United, mentre Gareth Bale del Tottenham ha ricordato di «aver appena rinnovato» Very Happy
avatar
salvo9425
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 22.05.11
Età : 23
Località : favara,Agrigento,Sicilia,Italia

Visualizza il profilo dell'utente http://calciomania.forumattivo.com/

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum